salta ai contenuti
 

PROGETTO STRATEGICO nel settore del commercio Azione 1 - bando annuale Valorizzazione dell'offerta commerciale nei contesti "fragili"

 
Descrizione:

PROGETTO STRATEGICO nel settore del commercio  azione 1 - bando annuale "Valorizzazione dell'offerta commerciale nei contesti "fragili".

Nello specifico, la Regione Emilia-Romagna con tale azione persegue la promozione e l'attivazione di livelli di servizio adeguati a garantire una migliore vivibilità in tali aree, attraverso una riqualificazione delle attività esistenti, degli spazi fisici dei contesti di riferimento e lo sviluppo di esercizi polifunzionali.

In questa pagina potete trovare sull'argomento tutte le informazioni, la modulistica e i riferimenti normativi necessari. L'Ufficio competente è in ogni caso a disposizione per ulteriori chiarimenti o indicazioni.

Bando scaduto il 15/07/2011

 
Modalità di adempimento
Requisiti del richiedente:

Quando si può partecipare?

Per la partecipazione va presentata domanda nel rispetto delle modalità indicate nelle linee guida, entro il 15/07/2011.


Chi può partecipare?

  • Piccole imprese del commercio - singole o associate - che realizzano progetti promossi, sviluppati e coordinati dai Centri di assistenza tecnica e concertati con le Amministrazioni pubbliche localizzate nelle zone di cui all'art. 9, comma 1 della L.R. 14/99 ovvero, ai sensi dell'art. 9.5 , punto 1 , commi 7 e 8 del PTCP approvato, le aree corrispondenti a tutti i centri abitati e nuclei aventi una popolazione inferiore a 700 abitanti, secondo i dati disponibili del più recente censimento ISTAT della popolazione. (vedasi "allegato 1 elenco località ISTAT").


I soggetti beneficiari potranno presentare una sola istanza di contributo.

Per verificare la localizzazione di un' impresa commerciale è possibile utilizzare la cartografia interattiva : sono ammesse al bando le imprese ricadenti nelle aree evidenziate in arancione.

Criteri di valutazione
Costituiscono elementi di valutazione, ai fini della determinazione delle graduatorie:

A) Punteggio partnership: solo per progetti presentati da imprese associate:

  • numerosità ed effettivo coinvolgimento del partenariato anche con riferimento alla effettiva rappresentanza rispetto al contesto locale:
    - da  50,01 % a 100% di operatori: punti 3
    - da  25,01 % a 50% di operatori: punti 2
    - da  0,01 % a 25% di operatori: punti 1

B) Punteggi legati al merito tecnico del progetto, per imprese singole e per imprese associate:

  • iniziative finalizzate alla attivazione e/o sviluppo  di esercizi polifunzionali - punti 5
  • iniziative che coinvolgono botteghe e/o mercati storici aventi i requisiti previsti dalla L.R. 5/2008 - punti 4
  • iniziative finalizzate al risparmio energetico e/o al miglioramento dell'impatto ambientale - punti 5
  • iniziative ad alto contenuto di innovazione di prodotto - punti 2
  • iniziative ad alto contenuto di innovazione di processo ed organizzativa - punti 2
  • iniziative finalizzata all'abbattimento di barriere architettoniche - punti 2
  • iniziative di marketing o promozionali - punti 2
  • altre iniziative ammissibili: ad es. progettazioni e direzione lavori, opere semplici di riqualificazione e di ammodernamento dei singoli punti vendita  (per ciascuna) - punti 1
  • partecipazione del CAT quale soggetto di integrazione e coordinamento - punti 1

Costituiscono prima fascia finanziabile della graduatoria, in ordine di punteggio, i progetti presentati da imprese singole.
Costituiscono seconda fascia finanziabile, in ordine di punteggio, i progetti presentati dalle imprese associate.

Criteri applicabili a parità di punteggio:

  • imprese singole: avrà priorità l'impresa di meno recente costituzione, e in caso di ulteriore parità il progetto con il valore più alto di investimento ammissibile;
  • imprese associate: avrà priorità il progetto con il valore più alto di investimento ammissibile, in caso di ulteriore parità il progetto con il maggior numero di imprese partners.  

Per entrambe le tipologie di domanda, qualora si verifichi una eventuale ulteriore parità,  sarà data priorità alla domanda  che porta  data anteriore di inizio del progetto. 

 
Modalità di avvio del procedimento:

Spese ammissibili

Le prestazioni di consulenza sono ammissibili solo se prestate da imprese e società, anche in forma cooperativa, iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio, da enti pubblici o privati aventi personalità giuridica, da professionisti iscritti ad un albo professionale legalmente riconosciuto, nonché da associazioni di categoria dei settori di competenza.
Sono ammissibili tutte le spese coerenti e congruenti con gli interventi come sopra specificati. Sono escluse le spese relative a materiali di consumo, minuteria e contratti di manutenzione, acquisto di beni usati, acquisto di terreni e/o immobili.

Contributo e cumulabilità

Il contributo in conto capitale è concesso, nel rispetto del regolamento "de minimis" (CE) n. 1998/2006 nella misura del 30% delle spese ammesse e comunque fino ad un massimo di € 25.000,00  per le singole imprese ed € 100.000,00 per gli organismi associativi.
I suddetti contributi non sono cumulabili con altre provvidenze in conto capitale di altri Enti pubblici.

Modalità:
Come si presenta la domanda di concessione dei contributi ai sensi dell'Azione 1 del PROGETTO STRATEGICO?

Occorre presentare la domanda secondo le modalità contenute nelle Linee Guida.

 
Documentazione da presentare:

Nella domanda è necessario indicare tutti i dati del richiedente, come specificato nell'apposita modulistica e mettere una x dove indicato.

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:

  • copia dello statuto per i comitati di operatori; copia statuto e atto costitutivo per i consorzi;  atto notarile/ scrittura privata per le A.T.I.
  • relazione tecnico-illustrativa delle caratteristiche tecniche dell'iniziativa, delle modalità applicative delle fasi di attuazione, nonché dei costi previsti nelle diverse fasi di realizzazione;
  • file di excel riepilogo dei costi;
  • documentazione di spesa (preventivi o fatture);
  • fotocopia di documento di identità del Legale Rappresentante;
  • documentazione tecnica specifica per i progetti a basso impatto ambientale;
  • documentazione attestante l'avvenuta concertazione del progetto fra il soggetto e il Comune di appartenenza.

La domanda va presentata in bollo (valore corrente).

 
A chi rivolgersi per informazioni
Responsabile del procedimento:

Responsabile della U.O. Qualificazione rete commerciale, supporto procedimenti e controlo di gestione
Maria Giovanna Fiori - via Benedetto XIV n. 3, 40125 - Bologna

Telefono: 051. 659 8540  fax: 051. 659 8432
e-mail: mariagiovanna.fiori@provincia.bologna.it

Nome e recapito del responsabile del procedimento

Monica Pedrosi  - via Benedetto XIV n. 3, 40125 - Bologna
Telefono: 051. 659 8584  fax: 051. 659 9608
e-mail: monica.pedrosi@provincia.bologna.it

 
Unità operativa responsabile del procedimento:
 
 
Casella di posta istituzionale/certificata:
 
Organo decisore:

La valutazione tecnica delle domande e la graduatoria sono approvate dal Nucleo Tecnico di Valutazione.
La concessione è disposta con atto della Responsabile di P.O. della U.O. "Qualificazione rete commerciale, supporto procedimenti e controllo di gestione". L'esito dell'istruttoria e la relativa assegnazione dei contributi sarà resa nota agli interessati e pubblicata sul sito internet istituzionale www.provincia.bologna.it alla voce ''bandi''.

 
Termine di conclusione:

Il procedimento si conclude nel termine indicato nello specifiche linee guida.  A tal fine, il termine di conclusione decorre dal giorno successivo alla data di scadenza di presentazione delle domande.
Il contributo sarà erogato dopo la realizzazione dell'iniziativa o dell'attività finanziata, a seguito di presentazione alla Provincia di:

  1. modello di rendicontazione;
  2. relazione tecnica contenente dettagliata descrizione dell'attività o iniziativa posta in essere, con riferimento a quanto indicato nella presentazione della domanda e con l'indicazione delle eventuali cause oggettive ed imprevedibili per cui l'iniziativa o l'attività originariamente programmata non è stata realizzata in tutto o in parte; 
  3. fotocopie semplici di tutti i documenti di spesa quietanziati, indicati nel prospetto di sintesi; 
  4. riepilogo dei costi (compilare l'unito modulo e trasmettere file excel a: monica.pedrosi@provincia.bologna.it; 
  5. modello B fornitori in cui indicare le modalità di versamento del contributo.
 
Organo sostitutivo/diritto all'indennizzo:

In costruzione

 
Ricorsi al provvedimento o contro l'inerzia:

In costruzione

 
Caso di scia-silenzio assenso:

In costruzione

 
Normativa di riferimento:
  • Criteri regionali
  • Criteri Provinciali
  • Linee Guida
  • D.M. 18 Aprile 2005
 
Atti e Modulistica
 
Controlli:

In costruzione

 


Data ultimo aggiornamento: 30-10-2013
Bilancio di fine mandato
 
Servizi on line
 
60° della Provincia
 
Sagre e feste
 
Vaschetta Salone del Fango
 
Foto della settimana
 
Agenda degli eventi
settembre 2014 agosto   ottobre
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
 
 
 

Provincia di Bologna Via Zamboni, 13 40126 Bologna - Centralino 051 659 8111 - P.I. 03026170377
e-mail: urp@provincia.bologna.it - Posta certificata: prov.bo@cert.provincia.bo.it

 
torna ai contenuti torna all'inizio